Etea Sicurezza
Servizi > Valutazione rischio incendio
La nostra consulenza

  • Analisi e classificazione delle aree (norme CEI 31-30, CEI 31-35, CEI 31-36, CEI 31-52, etc.)
  • Analisi del rischio incendio ed esplosione e stesura relativa documentazione (secondo Dir. 1999/92/CE - ATEX 137 - D.Lgs. 81/08)
  • Studio di soluzioni nel settore della protezione industriale per adeguamento vecchi impianti e realizzazione nuove apparecchiature (secondo ATEX 137 e Dir. 94/9/CE - ATEX 95)
  • Analisi e realizzazione misure di protezione e prevenzione incendi ed esplosioni da gas, vapori e polveri
  • Attività di training specialistici di formazione/informazione a livello aziendale con approccio pratico alle normative ATEX 95 e ATEX 137.

Obiettivi della valutazione del rischio di incendio

La valutazione dei rischi di incendio deve consentire al datore di lavoro di prendere i provvedimenti che sono effettivamente necessari per salvaguardare la sicurezza dei lavoratori e delle altre persone presenti nel luogo di lavoro.
Valutazione rischio incendio
Questi provvedimenti comprendono:

  • la prevenzione dei rischi;
  • l'informazione dei lavoratori e delle altre persone presenti;
  • la formazione dei lavoratori;
  • le misure tecnico-organizzative destinate a porre in atto i provvedimenti necessari.

La prevenzione dei rischi costituisce uno degli obiettivi primari della valutazione dei rischi. Nei casi in cui non è possibile eliminare i rischi, essi devono essere diminuiti nella misura del possibile e devono essere tenuti sotto controllo i rischi residui.
Valutazione rischio incendio
La valutazione del rischio di incendio tiene conto:

a) del tipo di attività;
b) dei materiali immagazzinati e manipolati;
c) delle attrezzature presenti nel luogo di lavoro compresi gli arredi;
d) delle caratteristiche costruttive del luogo di lavoro compresi i materiali di rivestimento;
e) delle dimensioni e dell'articolazione del luogo di lavoro;
f) del numero di persone presenti, siano esse lavoratori dipendenti che altre persone, e della loro prontezza ad allontanarsi muoversi in caso di emergenza.
Valutazione rischio incendio
Criteri per procedere alla valutazione dei rischi di incendio

La valutazione dei rischi di incendio si articola nelle seguenti fasi:

a) individuazione di ogni pericolo di incendio (p.e. sostanze facilmente combustibili e infiammabili, sorgenti di innesco, situazioni che possono determinare la facile propagazione dell'incendio);
b) individuazione dei lavoratori e di altre persone presenti nel luogo di lavoro esposte a rischi di incendio;
c) eliminazione o riduzione dei pericoli di incendio;
d) valutazione del rischio residuo di incendio;
e) verifica della adeguatezza delle misure di sicurezza esistenti ovvero individuazione di eventuali ulteriori provvedimenti e misure necessarie ad eliminare o ridurre i rischi residui di incendio.
Valutazione rischio incendio
Dust Explosion Simulation Code

DESC è un simulatore CFD di esplosioni da polveri, sviluppato da un consorzio di 11 partecipanti ad un progetto sviluppato dalla Comunità Europea.

Il software DESC permette di simulare l'evoluzione di un'esplosione da polveri in geometrie complesse.

Etea Sicurezza S.r.l. è la prima Società in Italia che utilizza il DESC in modo professionale.
L'approccio alla sicurezza antincendio attraverso la Fire Safety Engineering (FSE) può essenzialmente essere assunto come l'applicazione dei principi della scienza e dell'ingegneria alla protezione delle persone, beni e ambiente per consentire di elaborare valutazioni quantitative della sicurezza.

Applicando in modo corretto tale metodologia si può ottimizzare il rapporto tra le misure da adottare e la protezione da garantire.
Anche in Italia la Fire Safety Engineering è entrata a far parte della legislatura.
Fire Safety Engineering
Il Decreto Ministeriale del 09/05/2007 "Direttive per l'attuazione dell'approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio" G.U. del 22/05/2007 n.117, seguendo gli indirizzi europei, delinea e definisce gli aspetti procedurali e i criteri da adottare per valutare il livello di rischio e progettare le conseguenti misure compensative.

Attraverso software dedicati ed elevata competenza specifica si analizzano e si verificano:

  • i tempi di esodo e l'adeguatezza dei piani di evacuazione mediante la determinazione della concentrazione di gas tossici prodotti dalla combustione e dell'altezza dei fumi;
  • le resistenze al fuoco degli elementi portanti e/o separanti eseguita mediante (analisi strutturale agli elementi finiti secondo curve nominali e/o naturali);
  • l'efficacia delle misure di protezione attiva (impianti spegnimento ad acqua, EFC, impianti di rilevazione fumo e/o calore, impianti di aspirazione, ecc.) e/o passiva (barriere a soffitto, ecc.) mediante il calcolo della quantità di calore sviluppata dall'incendio nell'unità di tempo (curva HRR: Heat Release Rate) e la determinazione della curva naturale d'incendio specifica (tipologia di incendio, analisi della temperatura nel tempo). Si utilizzano software di modellazione fluidodinamica (CFD).
Fire Safety Engineering
Fire Dynamics Simulator (FDS)

Nell'ultimo decennio la fire science e la fire engineering hanno giovato del continuo progresso della fluidodinamica computazionale (CFD: computational fluid dynamics), sia sul piano della ricerca circa la modellazione dei fenomeni fisici, sia dal punto di vista della implementazione tecnologica di tali modelli.
I modelli applicabili sono il "MODELLO DI ZONA" ed il "MODELLO DI CAMPO".
Questo ultimo è il modello CFD utilizzato maggiormente, in quanto consente un numero maggiore di analisi e di output relativi alla simulazione di un evento incendio. Utilizza una piattaforma sviluppata ad hoc per lo studio dell'incendio e dei suoi effetti (FDS)
Il Fire Dynamics Simulator (FDS) è un modello sviluppato dal NIST (National Institute of Standards and Technology, U.S.A.) che simula l'incendio e ne predice gli effetti.
FDS permette la modellazione dell'incendio a partire da un database di materiali standard, ma consente all'utente l'introduzione di nuovi materiali definiti in base alle caratteristiche chimico-fisiche ed ai dati di incendio sperimentali.
FDS è in grado di calcolare e conseguentemente fornire come dati in uscita i valori di tutte le variabili, scalari e vettoriali, calcolate in ciascuna delle celle del dominio, utili alla comprensione dei fenomeni ed alla analisi degli effetti (concentrazioni delle specie chimiche, distribuzioni delle temperature / pressioni / velocità dei gas / fumi, visibilità, …).
Fire Safety Engineering
Un "Modello" importante

Attraverso l'applicazione della FSE e in modo particolare della simulazione dell'evento incendio attraverso il FDS, ETEA Sicurezza s.r.l. ha condotto recentemente un'accurata analisi relativa ad un grande progetto della multinazionale "KRONOSPAN ITALIA s.r.l.", leader internazionale nella produzione di pannelli nobilitati a base legnosa.

La complessità delle lavorazioni e le dimensioni dei depositi (circa 65.000 m²) hanno reso necessario un approccio ingegneristico perchè le disposizioni della normativa imponevano una classe di resistenza al fuoco dei materiali non realizzabile e compartimentazioni tali da impedire l'attività all'interno dello stabilimento.

Attraverso la simulazione dei possibili e peggiori scenari di incendio si sono determinate , in diversi punti dello stabile (termocoppie), le temperature e le quantità di calore emesse nell'unità di tempo (curve di incendio e HRR), le altezze dei fumi, le concentrazioni di gas tossici e tutti i parametri necessari per poter valutare l'effettiva efficacia delle vie di esodo e del sistema di spegnimento che ETEA Sicurezza s.r.l. ha studiato appositamente.

Tramite la FSEè stato adeguato il progetto rispondendo il più possibile alle esigenze della committenza, garantendo contemporaneamente l'evacuazione sicura delle persone presenti, la tutela delle squadre di soccorso e la conservazione delle strutture.

Alla luce dei risultati discussi, il Comando dei VV.F. ha approvato il progetto consentendo di ridurre la classe REI.
Sicurezza industriale e civile - Etea Sicurezza - partner Securiton e Coopers
Tutto il mondo Etea Sicurezza
Water mist low pressure

Azienda
ETEA SICUREZZA è una società di ingegneria fondata nel 1993 e specializzata nel settore della sicurezza civile ed industriale con particolare attenzione alla SICUREZZA DEL PERSONALE, DEGLI IMPIANTI INDUSTRIALI e DEGLI EDIFICI.

L'elevata qualificazione e specializzazione del personale, l'esperienza pluriennale nel settore della consulenza in materia di antiesplosione e antincendio, ed alcune collaborazioni di alto livello hanno permesso ad ETEA SICUREZZA di occupare una posizione di leadership nel mercato internazionale.

UN SERVIZIO COMPLETO GRAZIE ALLA TECNOLOGIA DEL XXI SECOLO
Sicurezza industriale e civile - Etea Sicurezza - partner Securiton e Coopers
Partners Etea Sicurezza
© 2017 - ETEA Sicurezza S.r.l. - P.IVA 02718810043
Via Monviso, 27 - 12037 Saluzzo (CN)
Tel. +39 0175 41146 - Fax +39 0175 217556
E-mail info@eteasicurezza.it